Prima Riunione europea dei Presidenti
delle Commissioni Episcopali della Cultura

Castello di Klingenthal, 9-12 settembre 1999

La pastorale della cultura suscita un interesse sempre crescente nella Chiesa, come ne danno testimonianza i Vescovi in visita ad Limina, i Sinodi dei Vescovi e le Conferenze Episcopali, ma anche tutti coloro che, a qualsiasi titolo, sono impegnati nel campo dell’incontro della fede con le culture del nostro tempo. Questa presa di coscienza va di pari passo con le numerose domande riguardanti lo scopo, i campi d’azione e i mezzi della pastorale della cultura.

Alla vigilia della II Assemblea Speciale per l'Europa del Sinodo dei Vescovi, e tenendo conto del fatto che alcune Conferenze Episcopali possiedono una Commissione della Cultura o una Commissione per i non-credenti mentre altre non ne sono ancora provviste, questo Pontificio Consiglio della Cultura, preoccupato di fornire un effettivo servizio alle Chiese particolari, invitò i Vescovi europei, incaricati dalle rispettive Conferenze Episcopali della Pastorale della Cultura, a partecipare ad un primo Colloquio da giovedì 9 settembre a domenica 12 settembre 1999, presso il Castello di Klingenthal, nella diocesi di Strasburgo.

Un certo numero di Conferenze Episcopali d’Europa ha già istituito in seno al proprio organismo una Commissione Episcopale incaricata dei rapporti tra la fede e la cultura. Altre desiderano ricevere suggerimenti in questo campo decisivo per l’avvenire della Chiesa. Infine, alcune Conferenze Episcopali, con un numero limitato di effettivi o in condizioni particolarmente difficili, si pongono la domanda sull’opportunità di una pastorale della cultura.

Per rispondere a questi interrogativi, in particolare sulle motivazioni di questa pastorale, sui diversi campi nei quali essa può essere esercitata, ma anche al fine di presentare ai Vescovi iniziative pastorali in fase di realizzazione, il Colloquio ha proposto ai partecipanti dei brevi interventi mirati, che servano da spunto per il dibattito, parte essenziale della riunione.

Nella prospettiva della nuova evangelizzazione in Europa, la pastorale della cultura, in un contesto spesso segnato dalla non-credenza e dall’indifferenza religiosa, ha avuto come obiettivo prioritario d’innestare la linfa vitale del Vangelo nelle culture per rinnovare dall’interno e trasformare alla luce della Rivelazione la visione dell’uomo e della società che modella le culture, il modo di concepire l’uomo e la donna, la famiglia e l’educazione, la scuola e l’università, la libertà e la verità, il lavoro ed il tempo libero, l’economia e la società, le scienze e le arti.

La pastorale della cultura, nelle sue molteplici espressioni, non ha altro scopo che aiutare tutta la Chiesa ad adempiere la sua missione di annunciare il Vangelo, affinché il messaggio di Cristo inspiri tutta l’esistenza cristiana, Tertio Millennio Adveniente.

PROGRAMMA

Giovedì 9 settembre 1999:

Pomeriggio, arrivo dei partecipanti.

19,30: Cena.

Sera: Riunione informale con S.E. Mons. Joseph Doré, Arcivescovo di Strasburgo, Membro del Pontificio Consiglio della Cultura.

* * * * *

Venerdì 10 settembre 1999:

7,30: S. Messa concelebrata.
8,15: Colazione.
9,00: Prima Sessione.
  Cardinale Paul Poupard, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, Apertura della Riunione.
  S.E. Mons. Franc Rodé, Arcivescovo di Ljubljana, Membro del Pontificio Consiglio della Cultura, "Io parlerò al tuo cuore": carattere profetico della pastorale della cultura.
10,15: Pausa Caffé.
10,45: P. Marko Rupnik, S.J., Direttore del Centro Studi e Ricerche «Ezio Aletti», Consultore del Pontificio Consiglio della Cultura, Quale pastorale per gli artisti?
11,15: Dibattito.
12,30: Pranzo.
15,00: Seconda Sessione.
  S.E. Mons. Donal Brendan Murray, Vescovo di Limerick, Membro del Pontificio Consiglio della Cultura
  P. Alain Fontaine, A.A., Presidente dell’Unione dei Religiosi di Turchia
  L'impegno nella pastorale della cultura in situazioni particolari: l’Irlanda e la Turchia.
16,00: Dibattito.
16,30: Pausa Caffè.
17,00: Sig. Krzysztof Zanussi, Cineasta, Consultore del Pontificio Consiglio della Cultura., I mezzi di comunicazione sociale: poste in gioco e sfide per la pastorale della cultura.
17,30: Dibattito.
19,00: Vespri.
19,30: Cena.

* * * * *

Sabato 11 settembre 1999:

7,30: S. Messa concelebrata.
8,15: Colazione.
9,00: Terza Sessione.
  S.E. Mons. Jozef Miroslaw Zycinski, Arcivescovo di Lublin, Membro del Pontificio Consiglio della Cultura, Le poste in gioco di una pastorale degli ambienti scientifici.
9,30: Dibattito.
10,15: Pausa Caffè.
10,45: Don Aldo Giordano, Segretario Generale del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa
  Don Peter Fleetwood, Incaricato della problematica delle sette presso il Pontificio Consiglio della Cultura
  Dimensione culturale della pastorale nel contesto delle sette e dei nuovi movimenti religiosi.
11,30: Dibattito.
12,30: Pranzo.
15,00: Quarta Sessione.
  S.E. Mons. Egidio Caporello, Vescovo di Mantova, Presidente della Commissione Episcopale per l’Educazione Cattolica, la Cultura, la Scuola e l’Università, Una iniziativa della Conferenza Episcopale Italiana: "Progetto culturale in una prospettiva cristiana".
16,00: Dibattito.
16,30: Pausa Caffè.
17,00: S.E. Mons. Fernand Frank, Arcivescovo di Lussemburgo, La Cultura, luogo privilegiato d’incontro con i non-credenti.
17,30: Dibattito.
19,00: Vespri.
19,30: Cena.

* * * * *

Domenica 12 settembre 1999:

7,30: S. Messa concelebrata.
8,30: Colazione.
9,15: Conclusioni.
   
   
       
</